V’Arco Villoresi

Il V’Arco Villoresi costituisce il riferimento per la creazione di un Sistema Verde che connetta direttamente i boschi del Parco della Valle del Ticino a quelli del Parco Adda Nord, attraversando il Sistema dei Parchi a nord della Città Metropolitana. Un Sistema Verde e Azzurro che permette di integrare le funzioni tradizionali del canale con nuove valenze fruitive, di conservazione della biodiversità e del paesaggio, di contenimento del consumo di suolo, di produzione di energia rinnovabile.

Il sistema lineare agro-paesaggistico del Villoresi è la matrice est-ovest della fascia dell'alta pianura asciutta, composta da elementi naturalistici, dell'ingegneria idraulica, del paesaggio agrario e naturale. Il Canale Villoresi con il suo reticolo idrografico derivato composto da canali secondari e terziari diviene assieme al Sistema della valli fluviali elemento di connotazione e grande rilevanza culturale della pianura padana, nonché emblema della civiltà idraulica in Lombardia.

Lombardia Terra d'acqua - La Lombardia, con i laghi più grandi d'Italia, i molti fiumi e i piccoli bacini delle Prealpi e dell'alta pianura, è una delle regioni più ricche d'acqua in Europa, tant'è che viene definita 'Regione d'acqua'. Sul territorio lombardo, inoltre, ci sono circa 100 grandi impianti che svolgono l'attività di bonifica, ovvero, portano via l'acqua delle piogge o la derivano dai fiumi e la conducono nei campi, grazie a una rete di rogge, canali e navigli lunga circa 40.000 chilometri.

Civiltà dell'acqua- Dall'anno Mille in poi, con un lavoro paziente e straordinario, si è andata a costituire la Civiltà dell'acqua, che ha reso le terre fertili e più sicure, ne ha condizionato il paesaggio e ha incentivato l'economia. Si tratta di un sistema che ha avuto la sua testimonianza più vistosa proprio a Milano. La gestione attiva dei corsi d’acqua, dei grandi manufatti idraulici e irrigui, dei migliaia di chilometri di canali, rogge e vie d’acqua assicurano l'equilibrio idraulico-territoriale e ambientale della pianura lombarda e le consentono di essere sicura, abitata e fertile. Un equilibrio che viene mantenuto, e che oggi è dato per scontato, ma che, invece, necessita di un'opera costante e costosa. Oltre alla difesa del suolo, queste opere concorrono a portare l'acqua, grazie all'irrigazione, su parte della pianura dove insistono le aziende agricole, che pongono la Lombarda al primo posto in Italia per produzione lorda vendibile e tra i primi in Europa per efficienza e qualità dei prodotti.